2) PENTESILEA – Narr_O Compagnia Teatrale

PROGETTO VINCITORE


13339726 1600433683581244 3376824892141420693 n 13528177 1613467528944526 5708075293119462114 o 13346179 1600433636914582 1429867884345579145 o 13522876 1613331332291479 6826508741718702448 o 13317031 1600433680247911 4449834061928257229 o 13522855 1613314548959824 6427547498801541509 o 13537790 1611711769120102 4042913131678086015 n 13557838 1612004752424137 7885057939537688037 n 13537530 1612004749090804 8418863074616258723 n 13567053 1613315075626438 4906004698317976129 n 13558952 1613314525626493 182341443748550930 o 13528646 1613467415611204 5837260703858076825 o 13559060 1613331558958123 8272653126275127548 o 13584856 1613467335611212 2214165976210266840 o 13600270 1613467262277886 5480441688509891314 n 13580667 1613467268944552 5675283366212059628 o (1) 13585088 1613467345611211 2782619736337799300 o 13603290 1613467495611196 7575378951630490384 o

inNatur(e)All 

Base Teatro è felice di ospitare la compagnia Narr_O che in TOTALE ASCOLTO con la richiesta del bando inNatur(e)All ha risposto con AMORE e MOTIVAZIONE presentando il progetto di ricerca “Pentesilea”

Una ricerca che partirà dal testo Pentesilea di Heinrich von Kleist e si svilupperà in direzioni ancora ignote. Questo spirito di volersi spingere nell’inesplorato, è a nostro avviso, la base fondamentale e necessaria per ogni processo di creazione artistica.

La compagnia Narr_O ha dimostrato di voler rischiare e di voler andare fino in fondo all’interno di un progetto di studio impostato con serietà e passione.

QUESTO E’ AMORE

 “Chi, come Pentesilea, ancora oggi non è libero di amare?”


PENTESILEA

12715928_10208747978600191_8892186391751589083_o

Gruppo di lavoro composto da

Susanna Miotto – Alice Pavan – Alessandro Prioletti


SCHEDA ARTISTICA DEL PROGETTO

Non c’è speranza per Achille e Pentesilea. Vittime di un amore furioso, devastante e proibito, l’eroe greco e la regina delle Amazzoni si avviano verso una catastrofe annunciata, una lotta tra i sessi dai quali entrambi usciranno sconfitti. Pentesilea non può amare Achille, poiché la legge (che lei, in quanto regina, rappresenta) non glielo permette. Questa legge è frutto di un episodio di violenza subito dalle sue antenate: dopo aver ucciso coloro che le avevano rapite e stuprate, un gruppo di donne ha fondato una nuova società, della quale gli uomini non possono far parte. Le Amazzoni non possono legarsi agli uomini, possono solo possederli dopo averli sconfitti in battaglia. Achille e Pentesilea tentano di sfidare queste leggi, ma sono catene troppo forti da distruggere e ne verranno sopraffatti fino a morirne. Ad assistere a questa discesa verso il distruttivo epilogo c’è Protoe, migliore amica di Pentesilea, che intuisce la tragedia e fa il possibile per evitarla, consapevole, tuttavia, che contrastare dei sentimenti tanto potenti è un’impresa disperata.

Il lavoro partirà dall’analisi del testo di Heinrich Von Kleist, scandaloso per l’epoca, incompreso e definito per anni “irrappresentabile”. La netta divisione tra i sessi e, allo stesso tempo, l’ambiguità sessuale dei due protagonisti (Achille è rappresentato con tratti tipicamente femminili, mentre Pentesilea è una figura virile ed orgogliosa) rendono questo testo ricco di spunti di riflessione. Quanto siamo liberi di amare? Perché ancora oggi non ci sentiamo liberi di esprimere i nostri desideri? Quanto pesano le tradizioni, la cultura e le leggi, sulle nostre scelte?

L’obiettivo è quello di partire dal testo, smembrarlo, ricomporlo, adattarlo per 3 personaggi (Protoe, Pentesilea e Achille) e in seguito arricchirlo con drammaturgie originali, momenti puramente musicali e coreografici, e narrazione. La commistione di generi e di linguaggi è una strada che, personalmente, ci piace intraprendere e sperimentare. Il testo è talmente ricco che si presta ad ogni tipo di manipolazione.

Lascia un commento

Associazione Culturale – Milano