BASE TEATRO Milano Giulio Cesare Giulio Valentini Angelo Gioia Milano

Giulio Valentini

giulio valentini


 in BASE TEATRO

Membro di THE ACTOR’S PROJECT, Giulio è una preziosa presenza nella progettualità artistica (teatrale e cinematografica) di Base Teatro. In collaborazione con Base Teatro, ha prodotto nel 2015 il cortometraggio “Daniel” di cui ne ha curato anche la regia e la successiva parte promozionale e distributiva. Ideatore, organizzatore e direttore artistico di “Handpan Festival” che ha visto nella sua quarta stagione del 2015 la partecipazione di Base Teatro nella parte organizzativa.

Organizza seminari ed incontri di drammaturgia


 Giulio Valentini, scrittore, drammaturgo, attore e blogger (www.giuliovalentini.it). Laurea in Lettere alla Sapienza di Roma e un master in Copywriting al Politecnico di Milano, pubblica con la casa editrice Il Filo, nel 2005,  il libro “Supplizi, Supplì e Metempsicosi”. Frequenta la scuola teatrale “Centro Studi Enrico Maria Salerno”, oltre a percorsi di perfezionamento con: Torgeir Wethal, Augusto Omolù e Jan Ferslev (Odin Teatret), Paolo Senor (Livres Como O Vento – Teatro dell’Oppresso), Janasanskriti (Centro di Teatro dell’Oppresso in India), Roberto Mazzini (Cooperativa Giolli – Teatro dell’Oppresso), Gigi Gherzi (Teatro degli Incontri), .

Come drammaturgo, regista e attore, ha realizzato alcuni spettacoli presenti nei circuiti del teatro di ricerca: “Come La Pioggia Cade Ridendo” (Premio RomaNatura 2010), “Confessioni di un Uomo Ponte Professionista” (Finalista Festival CortoTeatro di Ancona 2011), “Soggetti Interdentali” (presentato al Fringe Festival di Curitiba, Brasile nel 2012), “La Turba dei Geologi”, “Memorias de um Duplo” (spettacolo bilingue presentato al Fringe Festival di Curitiba, Brasile nel 2014). Nel gennaio 2013 con lo spettacolo “Il Prigioniero numero 13. I Tradimenti della Lingua e del Silenzio nelle prigioni siriane” di Faraj Beyraqdar, collabora con il Comitato Siria Libera e con Amnesty International per denunciare la perdita di diritti civili in Siria.
Nello stesso periodo si è dedicato a creare appuntamenti di incontro con altri attori e autori su particolari temi etici, sociali e politici: “Non Male per Una Donna – Storie di ordinaria discriminazione”, “Donne Che Bruciano Papi – Corti Teatrali Antimachisti” e “Tocando el Sur, musica e poesia lungo la latinoamericana“, la “Nave dei Folli”.
Con la “Nave dei Folli” ha iniziato una collaborazione con l’Atelier Forte dell’artista, architetto e designer italo-svedese Duilio Forte. Qui ho curato la regia, l’organizzazione e partecipato con sui corti teatrali, in diversi eventi organizzati utilizzando tutto il meraviglioso spazio dell’atelier come un unico palcoscenico.
Dal 2010 tiene corsi annuali di gioco-teatro per disabili presso la cooperativa Graffiti, ubicata nel quartiere barona di Milano.
Nel 2012 s’inventa il festival musicale di strumenti curiosi detto: HandPan Festival (sito web www.handpanfestival.com). Nel 2015 si è svolta la quarta edizione.
Nel 2013 contribuisce (ideando nome e logo) alla realizzazione del Festival letterario Janus Liber (giunto alla terza edizione): partecipando con performance teatrali e conducendo alcune presentazioni di scrittori presenti (janusliber.wordpress.com).
Dal 2014 realizza il progetto “Teatri dal Nord”: un corso di teatro e scrittura creativa basato sui grandi classici della letteratura e del teatro nordici realizzato in collaborazione con la scuola di lingue nordiche The YESchool e con VIK – Associazione Culturale Nordica.
Collabora come drammaturgo con il Núcleo Adega de Teatro e Teatro Lìquido alla realizzazione dello spettacolo “Ella – Lugar que Lleve Dentro”, spettacolo in lingua spagnola e portoghese che ha debuttato al Teatro La Vilella di Barcellona nel giugno 2014.
Nel 2015 realizza con Base Teatro il cortometraggio di denuncia all’omofobia “Daniel” ispirato alla vicenda di Daniel Zamudio, ragazzo gay cileno barbaramente ucciso da neonazisti nel 2012

Associazione Culturale – Milano